Cosa Visitare

La Parrocchiale della Santa Croce, provvista di un campanile con due campane e di cinque altari appartenenti alle famiglie più in vista (Cecchi, Crisci, De Pascale, Nigro e Rotolo), è la più suggestiva. Essa risale al XVI secolo.

Nel 1616 l’arredo venne migliorato, mentre nel corso del XVIII secolo comparvero la Cappella di San Francesco Borgia – documentata nella visita del 1716 – e la Cappella delle anime del Purgatorio.
Notevoli sono la Cappella della Concezione, sede di confraternita, situata all’interno dell’abitato, e la Cappella di San Rocco, costruita originariamente al tempo della peste del 1656.
Oratori privati esistono negli antichi palazzi De Stefano e Cirota. Degno di menzione è infine il Convento di San Leonardo.

Nelle due frazioni, Eredita e Finocchito non mancano luoghi d’interesse come le Chiese patronali di
San Giovanni Battista e San Nazario martire.

Tra i prodotti tipici del territorio, oltre il fico bianco del Cilento c’è l’olio d’oliva.


 

Torna su